fbpx

Abusi edilizi: chi compra casa è responsabile anche dei vecchi abusi

0 Commenti

Officina immobiliare

Agenzia immobiliare a Crotone

Abusi edilizi

chi compra casa è responsabile anche dei vecchi abusi

Per il Tar Campania il proprietario non può sottrarsi all’obbligo di demolizione e non può addossare l’esclusiva responsabilità a terzi o al precedente proprietario.

Il Tar della Campania con la sentenza n. 4313 del 24 giugno 2021 ha respinto il ricorso sull’impugnazione di un’ordinanza di demolizione di abusi edilizi eseguiti e il ripristino dello stato dei luoghi.

secondo il Tribunale un’amministrazione comunale può sanzionare anche i proprietari o possessori di un immobile ad altro titolo pur non essendo autori degli abusi.

il proprietario non può sottrarsi all’obbligo e non può addossare l’esclusiva responsabilità a terzi o al precedente proprietario, tuttavia ha il diritto di rivalersi nei confronti dell’effettivo autore dell’abuso attraverso una causa civile.

Sanzioni abusi edilizi: il caso

rimandiamo alla lettura completa del caso direttamente dal sito de “ILSOLE24ore”

Ricorso respinto: il proprietario può essere sanzionato

Per i giudici del Tar della Campania,l’acquirente di un immobile succede nel diritto reale e nelle posizioni soggettive attive e passive che facevano capo al precedente proprietario e che sono inerenti alla cosa, compresa l’abusiva trasformazione, subendo gli effetti sia del diniego di sanatoria sia dell’ingiunzione di demolizione successivamente impartito, che precede nel tempo il contratto traslativo, in suo favore, della proprietà.

Nella sentenza si legge inoltre che l’amministrazione comunale può sanzionare anche i proprietari o possessori ad altro titolo i quali, pur non essendo autori degli abusi, che abbiano incautamente ricevuto il bene pur in presenza di irregolarità edilizie, non potendo, quindi, invocare a loro discolpa un affidamento incolpevole.

Inoltre si fa riferimento all’articolo 31 del Dpr 380/2001 (Interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali – con indicazione delle sanzioni ammnistrative) dove viene individuato il proprietario tra i destinatari dell’ingiunzione di rimozione o di demolizione di abusi edilizi che è il solo soggetto legittimato a intervenire sull’immobile e a eliminare così un abuso anche in precedenza realizzato.

Pertanto per il Tar, il proprietario non può sottrarsi all’obbligo e dare l’esclusiva responsabilità a terzi o al precedente proprietario, ma ne è direttamente responsabile. Il proprietario però può rivalersi, sul piano civilistico, nei confronti dell’effettivo autore della trasformazione abusiva.

Consulenze esterne:


Rimaniamo in contatto sui Social:

OFFICINA IMMOBILIARE SOCIAL:

metti un like alle nostre pagine, seguici sui social Network:

Facebook   Instangram   Youtube   Newsletter  Blog

 

LE VALUTAZIONI PRELIMINARI PER RICHIEDERE UN MUTUO BANCARIO

Cerca il mutuo che fa per te! leggi questa breve guida per essere pronto in fase di pre-analisi.

Per richiedere un mutuo e valutare le diverse offerte delle banche è necessario non solo per individuare il tasso più basso disponibile ma anche per valutare correttamente la soluzione più indicata e agevole per tutta la durata del mutuo stesso.

  1. Quali sono le prime valutazioni che la banca fa di fronte a una richiesta di mutuo?
  2. Il peso della rata: come regolarsi?
  3. Quando iniziare le valutazioni preliminari?
  4. Cosa posso fare per te? Il mio lavoro per trovare il mutuo o il prodotto giusto.

LEGGI L’ARTICOLO DI ELENA RICCI A RIGUARDO OPPURE CHIEDI INFORMAZIONI.

Agenzia Immobiliare Officina immobiliare

Chiama Elena Ricci   Manda una mail a Elena Ricci   WhatsApp Elena Ricci

Categorie: